SOS DONNA

Percorsi attivi ad Asti contro la violenza alle donne

 

La classe 3UC dell’Istituto statale “A. Monti”Liceo Scienze Umane partecipa a SOS donna in alternanza scuola-lavoro. Il progetto prevede l’attivazione, l’8 marzo 2019, del sito web sos-donna.it sui percorsi attivi ad Asti contro la violenza alle donne.

Il portale si propone di:

1)  Sensibilizzare il mondo delle donne e fornire informazioni per un aiuto immediato

2) Agevolare la visione d’insieme sui servizi attivi sul territorio

3) Fare sentire meno sole le vittime di violenza

Esperienza unica nel contesto piemontese, che valorizza il lavoro di rete tra i servizi territoriali e, grazie al web, fornisce con immediatezza informazioni corrette e continuamente aggiornate, sos-donna.it si propone come progetto pilota grazie alla collaborazione con l’Istituto Monti.

Da gennaio la 3UC è impegnata a visitare i vari servizi, poi segnalati nel sito web, e a confrontarsi con gli operatori. L’esperienza dei ragazzi verrà sintetizzata in osservazioni e commenti che arricchiranno il portale.

Svolti o in programma:

1) uscite al Pronto Soccorso dell’ospedale Cardinal Massaia, Consultorio familiare dell’Asl AT,  Centro antiviolenza provinciale L’Orecchio di Venere

2) incontri in classe con alcune figure specializzate del Cardinal Massaia (psicologa, ginecologa, assistente sociale) che intervengono nei casi di violenza: principalmente alle donne, ma anche a minori e uomini.

Soggetti promotori del Progetto SOS donna

Con l’Istituto Monti – Liceo Scienze Umane:

Associazione Culturale Agar (ideatrice)

Consiglio Regionale del Piemonte, Consulta Femminile, Consulta delle Elette, Consulta Giovani, Comitato Resistenza e Costituzione, Comitato regionale per i diritti umani

Anci Piemonte

Asl AT

Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale C.I.S.A – Asti Sud

Consorzio Gestione Servizi Socio Assistenziali Cogesa

Israt (Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea di Asti).

 

In collaborazione con:

Procura della Repubblica presso il Tribunale di Asti, Prefettura, Polizia di Stato – Questura di Asti, Comando provinciale dei Carabinieri, Consigliera di Parità della Provincia, Comune di Asti, Centro antiviolenza provinciale L’Orecchio di Venere (Croce Rossa Italiana – Comitato di Asti), Ordine degli Avvocati , Associazione Libera, Associazione Piam, Associazione Rinascita.